Dott. BETTUZZI ROBERTO

Pyna

Dott. BETTUZZI ROBERTO

Consulenze Nutrizionali nei Piccoli Animali (cani, gatti e conigli nani)

Presentazione

Mi sono laureato con Laurea Specialistica in Scienze Animali presso la Facoltà di Medicina Veterinaria di Udine. Professionalmente mi occupo di Consulenza ed Educazione alla Nutrizione nei Piccoli Animali.

Le Consulenze Nutrizionali possono essere svolte sia presso il domicilio del proprietario dell'animale, sia presso alcune Strutture Veterinarie con cui collaboro, sia presso il Centro Cinofilo Natatorio B-dog di Buja (UD).

Cosa facciamo

Come Nutrizionista Animale mi occupo della educazione del proprietario alla corretta gestione nutrizionale del proprio animale. Svolgo la professione o in autonomia o in collaborazione con Medici Veterinari. Nello specifico mi occupo di:

  • Consulenze nutrizionali per l'adeguata gestione del prodotto commerciale (crocchetta e/o prodotto umido);
  • Consulenze nutrizionali per alimentazione casalinga con elaborazione di Piano Alimentare Personalizzato in base alle caratteristiche dell'animale.

In collaborazione con Associazioni o Aziende, inoltre, organizzo giornate o serate informative di Educazione alla Alimentazione dei Piccoli animali, per educare il proprietario a come mantenere un livello di benessere del proprio animale il più a lungo possibile. 

Infine la mia laurea mi permette di fare Assistenza Infermieristica Veterinaria e, nello specifico, occuparmi di:

  • Contenimento dell'animale durante le visite ambulatoriali
  • Assistenza durante l'esecuzione di terapie da parte del Medico Veterinario
  • Analisi di laboratorio (emocromo, biochimico ed analisi urine) ed esecuzione di test rapidi (Fiv - FeLV e Giardia)
  •  Assistenza Infermieristica durante le Chirurgie
  • Gestione della Degenza con somministrazione delle terapie prescritte dal Medico Veterinario, alimentazione e nutrizione dell'animale degente e controllo dei parametri vitali

 

Collaborazioni con aziende e professionisti 

  • Previo appuntamento, consulenze nutrizionali presso il Centro Cinofilo Natatorio di Buja (UD). Per maggiori informazioni sulle attività svolte nel Centro visitate la pagina Facebook scrivendo: B-dog Centro cinofilo natatorio piscina per cani
  • Zenzero & Cannella - Tutto un altro bio (di Stefania Elia). Negozio di prodotti biologici sfusi a Gemona del Friuli (UD).
  • Collaborazione con la Dott.ssa Erica Molinaro Franzil nella realizzazione di Laboratori di Zooantropologia Didattica per la conoscenza delle caratteristiche dell'asino. Per qualsiasi altra informazione sulle attività svolte, consultate il sito: www.lamicoasino.altervista.org

 

Giornate o Serate Informative...

  • Nella seguente giornata sarò presente presso Zenzero & Cannella: 24 novembre 2017.

​​​Sarò a disposizione dei clienti per consigli, informazioni e suggerimenti riguardo alla corretta alimentazione del cane, del gatto e del coniglio nano. Nel caso in cui poi ci sia bisogno non solo di un consiglio, ma ci sia la necessità di un Piano Alimentare Personalizzato, sarà preso un appuntamento per la gestione del caso specifico.

 

  • Mercoledì 29 Novembre 2017 presso il Circolo Ippico e Agriturismo Alle Ortensie a San Vito di Fagagna (UD), si terrà una serata dal titolo: Le basi della corretta alimentazione del cane. Durante la serata verranno trattate le caratteristiche fondamentali della alimentazione di tipo commerciale e di quella casalinga.  L' obiettivo è comprendere come gestire al meglio le due tipologie di alimentazione, in maniera tale da poter avere il più a lungo possibile un amico a quattro zampe in perfetta forma e che non presenti problematiche legate proprio ad una alimentazione non corretta e non equilibrata. A fine serata vi renderete sicuramente conto di quanto in realtà il tema della nutrizione ed alimentazione animale non sia così semplice e banale come a volte si potrebbe pensare. Troverete il volantino informativo nella Gallery di questa pagina.

 

APPROFONDIMENTI...

ALIMENTAZIONE, SOLE, VITAMINA D (a cura del dott. Roberto Bettuzzi)

Uno studioso non da poco... un certo Galileo Galilei... diceva “la scienza è un proficuo errore”. Con questo intendeva che nella scienza tutto è in divenire, nessuna conoscenza è per sempre perché la conoscenza è in continua evoluzione.
Se parliamo di vitamina D ci troviamo un poco in questa situazione. Ovvero in questi ultimi anni si è scoperto moltissimo sulle potenzialità di questa vitamina. Si sente spessissimo dire che la vitamina D è fondamentale per la mineralizzazione delle ossa, e ciò ovviamente è verissimo. Con la alimentazione sia noi che i nostri amici a quattro zampe introduciamo principalmente la provitamina D. Successivamente i raggi solari permettono la conversione della provitamina in vitamina D. La vitamina D permette l'ingresso di calcio e fosforo all'interno dell'osso e quindi la mineralizzazione dell'osso stesso. Negli ultimi anni però si è scoperto anche altro. Ovvero nel 2013 un interessante studio ha scoperto che la vitamina D è fondamentale anche per la crescita armonica della muscolatura scheletrica. Avere quindi una dieta in cui la vitamina D sia adeguatamente presente è fondamentale per una adeguata crescita. Pensiamo ad esempio alla sua importanza nella crescita del cucciolo e, soprattutto, nei cani di taglia medio - grande (che passano da poche centinaia di grammi alla nascita, a svariate decine di kg al raggiungimento del peso da adulto). Ma... adesso viene il bello. Un recente ed interessantissimo studio pubblicato ad aprile 2016 sul Journal of Small Animal Practice n. 57 (British Small Animal Veterinary Association) ci dice che c'è molto di più. Nell'articolo (Beyond the skeleton: the role of vitamin D in companion animal health) viene sottolineato come molti quadri patologici siano dovuti proprio anche ad una carenza di vitamina D nella dieta. In particolare si sottolinea come dietro a patologie gastro intestinali, renali, tumorali, cardiache e quadri infiammatori, ci possa essere proprio TRA le variabili in gioco anche una carenza dei livelli di vitamina D. Tutto ciò ci fa comprendere la grande importanza di questa vitamina nella nostra alimentazione ed in quella dei nostri animali. Possiamo quindi dire che adeguati livelli di vitamina D nella dieta possano avere un effetto “farmacologico” ad ampia azione e protettivo per la salute dei nostri piccoli amici.

 

GESTIONE DEI PASTI NEL CANE (a cura del dott. Roberto Bettuzzi).

Nel cane la gestione del numero dei pasti giornalieri dipende dall'età dell'animale. Nel cucciolo il numero dei pasti non può scendere sotto le tre unità. Nel cucciolo, infatti, una situazione che si può riscontrare facilmente sono le situazioni di ipoglicemia, molto rischiose per la sua salute. Per questo motivo almeno tre pasti al giorno garantiscono una glicemia costante durante tutto l'arco della giornata. 
Nel cane adulto, invece, il numero di pasti consigliato è di due unità. Il monopasto è sempre bene evitarlo. Una grande quantità di alimento tutta in una volta, infatti, unita ad una consistente quantità di acqua e di aria tra una prensione e l'altra, unita spesso ad una attività fisica post prandiale, possono innescare la così detta dilatazione – torsione gastrica (o GDV). Per questi motivi è sempre bene che le somministrazioni siano due: una la mattina ed una la sera. E che l'eventuale attività fisica sia sempre svolta lontano dai pasti. Durante il resto della giornata acqua fresca sempre a disposizione. In caso di educazione cinofila e di premi somministrati, va ricordato che i così detti “premietti” NON SONO IPOCALORICI. Al contrario va sempre tenuto conto del somministrato extra e, di conseguenza, va ridotta LA RAZIONE SERALE DI ALIMENTO. Altrimenti possono cominciare a presentarsi situazioni di sovrappeso (prima) e di obesità vera e propria (poi).
Nel cane anziano, invece, il numero di pasti somministrato deve essere superiore ai due, almeno tre come nel cucciolo. Questo in quanto nell'animale anziano si riduce la funzionalità gastro – enterica e, di conseguenza, la produzione enzimatica e le capacità di assorbimento dei nutrienti. Per questi motivi bisogna aumentare la quantità di pasti riducendo però la quantità di alimento somministrato ad ogni singolo pasto (più pasti, meno alimento). Questo garantisce il massimo assorbimento dei nutrienti ingeriti. Da sottolineare, inoltre, come va mantenuto in età geriatrica un elevato standard della qualità proteica. Ovvero nell'animale anziano vanno privilegiate le così dette proteine nobili... ovvero vanno utilizzate carni principalmente bianche come pollo, tacchino, coniglio, pesce azzurro che presentano un importante quantitativo di acidi grassi insaturi (ad esempio gli omega 3)... che sono benefici alla salute visiva, cerebrale, cardiocircolatoria e alla integrità di pelo e cute. Una adeguata quantità di carne nella dieta del cane anziano, garantisce anche adeguato apporto amminoacidico e, quindi, un corretto mantenimento della massa muscolare dell'animale. Nel caso in cui l'animale dovesse avere una ridotta funzionalità enterica, si può agire alzando un minimo i livelli di fibra standard. In letteratura infatti si consiglia di passare da un 5% massimo in età adulta... ad un 7% in età anziana, ma solo in caso di effettiva necessità.

 

GESTIONE DELLA ALIMENTAZIONE NEL GATTO: ALCUNI PUNTI CHIAVE (a cura del dott. Roberto Bettuzzi)

Il primo concetto fondamentale da tenere sempre presente è che il gatto è un carnivoro stretto. Questo significa che riesce a ricavare energia solamente dalle proteine animali (carne) e dal grasso. Il livello infatti delle amilasi, ovvero degli enzimi che permettono di digerire gli amidi, è o molto molto basso o assente. Quando parliamo quindi di alimentazione nel gatto, la base della dieta deve essere costituita da carni e da un livello basso di fibra alimentare. Nel gatto, difatti, la fibra serve solo per il corretto transito intestinale (peristalsi)... egli non ricaverà assolutamente energia da essa. La gestione del pasto durante la giornata può essere condotta in due modi, a seconda delle caratteristiche del gatto. Il gatto selvatico, difatti, si gestisce l'alimentazione giornaliera con una media di 8-10 piccoli pasti lungo tutto l'arco della giornata. Se il nostro gatto domestico è autonomo nella gestione... e quindi mimerà il suo parente genetico... allora la ciotola potrà contenere la dose giornaliera di alimento. Tuttavia esistono animali che non si sanno amministrare... ovvero mangiano a modi idrovora. In questi casi la gestione dei pasti dovrà essere gestita dal proprietario con la somministrazione di almeno 3 – 4 pasti al giorno (quindi dividendo la dose GIORNALIERA in quattro pasti). Fondamentale ricordare l'importanza di una dieta prevalentemente umida nel gatto. Questo in quanto se l'animale non riceverà una corretta idratazione, vi sarà con molta più facilità la presenza di urine concentrate e, quindi, con più facilità si potranno formare prima cristalli e poi veri e propri calcoli vescicali. E' stato verificato, inoltre, che una corretta idratazione corporea la si avrà proprio con un corretto contenuto di acqua presente proprio nell'alimento stesso. Il gatto difatti è un animale che di suo tende a bere non moltissimo, ecco quindi l'importanza di una corretta idratazione con l'alimentazione. Perché il gatto non beva molto di suo è facilmente intuibile: il gatto selvatico nel momento in cui si ciba delle proprie prede... si mangia tutto... compreso il sangue dell'animale predato che, quindi, fornisce la giusta idratazione. Un altro aspetto di rilevanza consiste nella somministrazione dell'alimento alla giusta temperatura... ovvero l'alimento somministrato non deve essere ne troppo freddo ne troppo caldo... altrimenti queste due temperature estreme, freneranno l'animale ad alimentarsi. Anche in questo caso il perché di tutto ciò è facilmente intuibile se lo confrontiamo con lo stile di vita del gatto selvatico. Gli animali di cui il gatto selvatico si nutre hanno tutti una temperatura corporea che varia dai 38 ai 40° C... e quindi...

 

 

Dott. BETTUZZI ROBERTO

VIA CIRCOLO IPPICO 16, 33037 PASIAN DI PRATO (UD) (frazione Passons)
BETTUZZI ROBERTO

Partita IVA: 02803670302

339 7495516

r.bettuzzi83@gmail.com